Italian English Thai

Massaggio tradizonale Thailandese .

  • Normalmente, prima dell’inizio di una sessione, viene fatta un'anamnesi sulle necessità del cliente. Per permettere facilità di movimenti sia chi lo pratica che chi lo riceve deve indossare vestiti confortevoli. Tutto il lavoro viene svolto su un materassino a terra.
    All’inizio del massaggio normalmente il massaggiatore esegue il Wai Khru o "saluto cerimoniale", poi si concentra per alcuni momenti inginocchiato vicino al cliente, poi pone il palmo della mano destra sul suo ventre che, in accordo alla medicina cinese, è il centro dell’essere umano. Quindi inizia il massaggio ad un ritmo coordinato con la respirazione del ricevente per portarlo in uno stato di armonia.
    Chi pratica il massaggio Thai riuscirà anche a sentire la pulsazione del cliente e lo cullerà gentilmente e ritmicamente prima di iniziare ad applicare gli stiramenti e le pressioni. Controllare la pulsazione aiuta a concentrare sia il cliente sia il massaggiatore, mentre il cullare ritmicamente inserisce il cliente in un ritmo naturale e gli permette di lasciarsi andare gradatamente.


    Questo tipo di massaggio viene eseguito da vestiti, senza l'utilizzo di olio e senza "sporcare" il corpo. Su richiesta, può essere applicato del balsamo in zone particolarmente doloranti

  • Trattamento thailandese con olio .

    Il massaggio thailandese con olio è anche definito rilassante combinato perchè unisce alle proprietà degli olii l'efficacia del massaggio tradizionale, con stimolazione delle linee SEN SIB. Si tratta di una tecnica che viene praticata da millenni e si basa su un'alternanza di movimenti fluidi, digito e palmo pressione. Gli olii e le essenze con le loro importanti proprietà benefiche vengono usati da millenni nella tradizione thailandese per la cura del corpo.

    Dopo un ciclo di massaggi la forte sensazione di benessere provata è dovuta alla capacità di queste pratiche di agire direttamente nei punti critici del nostro fisico, allentando la tensione e liberando il corpo dallo stress. Favorisce l'ossigenazione dei tessuti perchè agisce sulla circolazione del sangue contribuendo a mantenere la pelle elastica e liscia.


    E' possibile fruire del massaggio con l'olio standard fornito dal Centro Massaggi, oppure scegliere tra oli particolari (olio di Karitè, olio Bio) o addirittura portrarsi il proprio olio preferito da casa

  • Riflessologia plantare.

    La Riflessologia Plantare è una tecnica di massaggio applicata principalmente sui piedi,e Si basa sul principio che sui piedi si trovino riflessi tutti gli organi, le ghiandole, e le parti del corpo. In ogni piede si trovano infatti 7.200 terminazioni nervose che intessono estesi collegamenti, tramite il midollo spinale ed il cervello, con tutte le parti del corpo.
    Sono proprio gli impulsi nervosi che permettono di arrivare all'organo o agli organi che stimolati attraverso il massaggio plantare vengono sbloccati e dunque riequilibrati. Applicando il massaggio riflessologico si può quindi avere un effetto o influire sull'organo corrispondente al riflesso stimolato.Per massaggiare la zona riflessa è sufficiente appoggiare il piede sul ginocchio opposto, e con una mano apporre una pressione sui punti doloranti, da effettuarsi tramite il movimento rotatorio delle dita. La pressione dei punti è alternata con un massaggio rilassante globale su tutto il piede.

  • trattamento con erba thailandese.

    Altra tecnica di massaggio basata sulla stimolazione delle linee SEN SIB.
    Il massaggio è costituito da una prima parte di massaggio tradizionale thai, seguita dall’applicazione di impacchi di erbe (tra le quali zingiber cassumunar, curcuma longa, citronella, combava, foglie di tamarindo e canfora mescolate con sale) posizionati sulle linee SEN SIB.
    Questa tecnica distende e rilassa le fibre muscolari, stimola la circolazione ed ha effetti benefici sulla pelle.
    Riduce i dolori muscolari, articolari e reumatici.

  • massaggio in gravidanza.


    Massaggio per le donne in gravidanze ed in allattamento, indicato dopo il terzo mese di gestazione. Il massaggio migliora la circolazione, favorisce il drenaggio di liquidi, rilassa le tensioni muscolari prevenendo disturbi tipici dell’attesa come gonfiori e mal di schiena.
    Il massaggio dona relax alla mamma e la fa sentire coccolata, fornendole conforto e sostegno in una fase di grande fragilità emotiva, in cui le attenzioni sono tutte rivolte verso il bebè che porta in grembo.
    Il Nostro Centro Massaggi usa un olio Bio apposito, adatto a pelli molto delicate.

  • Sa lak sen .

    (stimolazione delle linee SEN SIB mediante strumenti tradizionali)

    Questa tipologia di massaggio è nata nel tredicesimo secolo D. C., nella città di Chiang Rai, nella regione che faceva parte del regno di Lanna. E’ rimasta sconosciuta fino a circa 7 anni fa, quando il maestro Nantanaa Sapsuan ne rivide le tecniche e le diffuse nella provincia di Ang Thong.
    La peculiarità di questo massaggio è l’impego di particolari cunei di legno, che vengono colpiti con un martello di gomma. Il maestro Nantanaa Sapsuan ha combinato queste tecniche al massaggio  tradizionale thailandese e ad alcune tecniche di origine ortopedica.
    Questa tecnica di massaggio consente una più efficace stimolazione delle linee SEN SIB. In alcuni punti, infatti, queste sono difficilmente raggiungibili con le tecniche tradizionali, mentre l’impiego di cunei consente di eseguire stimolazioni localizzate più brevi e nello stesso tempo più efficaci.

  • shiatsu.

    Lo Shiatsu è una tecnica a mediazione corporea che origina dalla tradizione medico - filosofica cinese e che si è successivamente sviluppata in Giappone.
    Si basa sulla pressione perpendicolare, mantenuta e costante del pollice, delle dita, del palmo, del pugno e del gomito, esercitata lungo il tragitto dei meridiani energetici o su aree specifiche del corpo.

    Lo Shiatsu considera l'essere umano come un sistema multifunzionale, composto da elementi energetici, psichici e fisici in condizione di costante interdipendenza, dove l'assenza di salute, e quindi di benessere, è l'espressione concreta e percepibile della perdita di equilibrio energetico o "disarmonia".

    La disarmonia, ed il conseguente disagio del corpo e della mente, è provocata da uno squilibrio energetico interno che si esprime principalmente nell'occlusione del meridiano di scorrimento, con conseguente ulteriore danno all'organo o al viscere collegato al meridiano stesso.

  • Tuina.

    Il TuiNa (cinese 推拿, pinyin tūiná, da 推 tūi, premere e 拿 , afferrare) è un massaggio orientale basato sulla medicina cinese. Nella disciplina la caratteristica più importante è la visione del paziente, del quale si inquadra l'aspetto di una supposta "energia interiore".

    Difatti, come negli altri trattamenti della tradizione cinese, la malattia è vista come una sorta di "mancanza d'equilibrio nelle energie" (concetto scientificamente non meglio specificato); la causa di questi squilibri è varia, tradizionalmente sono indicate cause "esterne" (fattori climatici), "interne" (stati psico-emotivi) e "né interne, né esterne" (stile di vita, alimentazione).

    Le presunte "energie" dell'uomo, secondo la medicina cinese scorrono entro alcuni ipotetici "percorsi preferenziali", denominati canali energetici, o Meridiani. Sono descritti diversi tipi di meridiani e ognuno di essi veicolerebbe, secondo la tradizione, uno o più tipi di energia, ma i più noti ed utilizzati sono i Canali Principali. Ogni meridiano può essere visto anche come una linea che unisce dei punti, gli stessi punti che vengono utilizzati in agoputura.